Articoli

NEL DERBY VINCE L'AMICIZIA! Sandalia-Caffè Ottocento 1-1

È la giornata più calda dal punto di vista climatico del mese di Gennaio, ma è anche la più attesa del panorama sassarese per quanto riguarda il calcio popolare. Sul terreno di Baddimannita è andato in scena il classico derby amatoriale tra la Sandalia e il Caffè Ottocento.
Come sempre da tradizione, già da ore prima al campo, l'atmosfera è da brividi, iniziano ad arrivare i primi tifosi, c'è chi rastrella il campo dopo le pioggie che hanno preceduto il match, per l'occasione e soprattutto per il nostro amico Gianni, vengono appesi striscioni, uno in particolare che ricorda la sua citazione poi diventato slogan ufficiale "AFFORASA".
"Cazz quanta birra, oggi bisogna bere e vincere!"Classiche chiacchiere da Sandalino...
Mister Garau è già in difficoltà per la scelta della formazione dal giovedì, quasi tutti presenti, il derby è il derby e tutti lo vogliono giocare. 
La partita si apre con gli amici dell'Ottocento che compiono un gesto che fa commuovere tutti al campo, portando un mazzo di fiori e l'immancabile vino per ricordare il mitico Gianni.
 
Nel primo tempo in campo si vedono poca tecnica e poche occasioni da gol nitide, qualche pallone nel bosco e qualche pallonata al cameraman posizionato a bordo campo, nel compenso in panchina arrivano birre da ogni parte. La partita non ne vuole sapere di sbloccarsi, lo spettacolo è sugli spalti con 150/200 tifosi gemellati che commentano un fiacco primo tempo, "Cess, ma cosa semmu giunti a vidè? Ajò al bar che è megliu"
Le due squadre però fanno di tutto per portare a casa i tre punti nella partita più importante e nel secondo tempo si vedono azioni da una parte all'altra con qualche bella parata di entrambi i portieri e chiusure al limite dei difensori sia dei mufloni che degli avversari. Mancano 20 minuti alla fine e l'Ottocento guadagna un calcio di punizione da 25 metri che Roberto Piras trasforma cogliendo di sorpresa Marcucci sul suo palo e indirizzando il pallone sotto l'incrocio dei pali. Solo un episodio poteva sbloccare una gara molto equilibrata. Passano 5 minuti e la Sandalia ristabilisce la parità, Acaiah solo davanti a Manca si fa ipnotizzare nell'uno contro uno ma sulla ribattuta il più lestro è Solinas che di destro insacca a porta vuota. Gli ultimi minuti sono da cardiopalma, in panchina e in tribuna la tensione sale. I biancorossi a cinque dalla fine sfiorano il gol con Cau che su un lancio di Paolo Cossu anticipa con un pallonetto Manca, l'attacante già esulta, ma sul più bello il pallone perde velocità e il difensore salva miracolosamente sulla linea. Nei minuti di recupero  l'Ottocento protesta per un rigore che a primo impatto sembrava netto ma grazie alla collaborazione di Antonio Masia, le immagini chiariscono tutto, rigore inesistente e fine del derby, 1-1 pareggio giusto e tutti a festeggiare al Bar con un terzo tempo a ritmi europei.
 
Un ringraziamento speciale agli amici del caffè Ottocento con la promessa di altre battaglie nel corso degli anni nel calcio che conta, quello popolare. 
 
AFFORASA!
 
Prossimo impegno dei Mufloni al campo del Canopoleno contro la Sage.

Dal Forum