Sandalia eroica, una rimonta che fa la storia

12931299_10154079407791306_1304265275847458204_n.jpg

 

C'è un tempo per giocare male e fare figure di merda, un tempo per andare all'arrembaggio contro tutto e contro tutti. E c'è un tempo per i miracoli, che se ci credi sino in fondo a volte accadono. Il peggio e il meglio, tutto in una partita sola, nello spazio di un'ora e mezza di gioco e di svariate altre ore di terzo tempo.

Lo Jacomelli ribolle per la vittoria più spettacolare dell'anno: la Sandalia affonda e risorge, scivola e si rialza, tagliando il traguardo sul 4-3 sul Santu Juanne Thiesi dopo avere chiuso il primo tempo sotto per 1-3. In formazione super rimaneggiata, i mufloni rendono omaggio nel migliore dei modi a Johan Cruyff, subendo in suo onore un gol dopo 20 secondi di gioco, senza avere mai toccato il pallone. Poi una busta di mondezza per il pareggio e il crollo nel finale di primo tempo, con un uno-due degli ospiti che sembra mandare in archivio la partita. Invece durante l'intervallo mister Garau indica le due bottiglie di vino del premio partita e si esibisce in un discorso motivazionale degno di Al Pacino in “Ogni maledetta domenica”: la forza delle sue parole e la crudezza dei suoi insulti sconvolgono così tanto i mufloni che al loro rientro in campo iniziano addirittura a giocare a pallone. Prima arriva il gol della speranza segnato da Raggio di sole al termine di un'azione ubriacante solo a guardarla (“itte gazzu est fattende gustu?”, è il commento in diretta di un avversario). Poi il piazzato di Biosa che riporta il punteggio in parità, infine in zona Cesarini il gol di rapina per la doppietta di Raggio di sole, con i tifosi che tracimano dal Sandalino e invadono il campo come formiche per abbracciare i giocatori.

Il fischio finale, un paio di minuti dopo, sancisce la vittoria che – con una sola gara al termine della stagione – allontana i mufloni dall'ultimo posto e apre un'arrostita degna dell'evento. E mentre il fumo delle graticole sale alto, molte ore più tardi, nei segretissimi laboratori della Nasa stanno già studiando il discorso di mister Garau, che passerà alla storia con un titolo di forte impatto:

“Voi di tattica non capite un cazzo”.

https://l.facebook.com/l.php?u=https%3A%2F%2Fwww.youtube.com%2Fwatch%3Fv%3DD3RlxUbG8-0&h=TAQEN4nKG

Rodolfo Purinari

nella foto le squadre con l'arbitro insieme per la giornata del Fiocco Azzurro

Dal Forum